Burnout

Si parla di burnout quando la persona non riesce più a fronteggiare in maniera costruttiva tutte le difficoltà che quotidianamente si presentano a livello lavorativo. La sindrome di burnout è stata riconosciuta anche dall’OMS come uno "dei fattori che influenzano lo stato di salute". Hai sperimentato o sperimenti il burnout? Un percorso terapeutico può aiutarti, trova quello giusto per te.

Chi è e come funziona Unobravo?

Unobravo è il servizio di psicologia online che trova lo psicologo più adatto alle tue esigenze e preferenze tra oltre 5.000 professionisti, per una terapia psicologica online d’eccellenza. Compila il questionario, prenota il primo colloquio gratuito e incontra il tuo psicologo senza impegno.

Se decidi di proseguire, i prezzi dello psicologo online in Unobravo sono sempre chiari. Il costo* è di:

49€

59€

per una seduta
individuale

per una seduta
di coppia

* I prezzi indicati si applicano a pazienti iscritti a partire dal 3 luglio 2023.

Cos'è il burnout?

Quando lo stress da lavoro si prolunga nel tempo e porta a un vero e proprio esaurimento delle risorse personali, esita nella sindrome di burnout. Quest’ultimo può quindi essere considerato come un disagio prodotto da un’inadeguata gestione dello stress del lavoro: una reazione di adattamento inefficace di fronte a un importante stress. 

Il burnout da lavoro ha sintomi che si manifestano in maniera graduale, in un processo descritto in quattro fasi, che sono:

  • entusiasmo: il lavoro è investito di aspettative irrealistiche. La persona sembra avere una dipendenza da lavoro, arrivando a sacrificare anche il suo tempo libero. Ci si aspetta di riuscire a fare grandi cambiamenti e di ottenere successo e riconoscimenti in breve tempo
  • stagnazione: è la fase immediatamente successiva alla delusione delle aspettative. Gli sforzi fatti non hanno dato i risultati sperati: deluso e amareggiato, inizia ad adottare un atteggiamento passivo e rinunciatario
  • frustrazione: a questo punto ci si sente inutili, incapaci di svolgere il proprio lavoro. Iniziano a comparire sentimenti di rabbia non solo verso i colleghi e i superiori, ma anche verso gli utenti cui è rivolta la propria professione
  • disimpegno: la persona si sente completamente svuotata e inizia a non avere voglia di fare niente. Spesso avverte senso di colpa e sentimenti di inutilità. Tutto quello che prima la entusiasmava del suo lavoro sembra ora aver perso significato.

I sintomi del burnout

La sindrome di burnout ha sintomi riconoscibili nella persona che possono essere di diversa natura: 

  • sintomi psicologici, per esempio irritabilità, calo della motivazione, senso di colpa,  pensieri di fallimento, disinteresse, riduzione dell’autostima
  • sintomi somatici, come disturbi gastrointestinali, cefalee ed emicranie, ulcere, disturbi della pelle come acne e dermatite
  • sintomi aspecifici quali stanchezza, apatia, disturbi del sonno e dell’appetito, calo del desiderio sessuale.

Burnout: le cause

Le cause della sindrome di burnout, in psicologia, possono essere ricondotte a:

  • fattori ambientali, come la cattiva organizzazione del lavoro
  • problemi relazionali con i colleghi
  • fattori individuali, legati alla personalità e alla capacità di attivare delle risorse per fronteggiare i problemi, come una bassa intelligenza emotiva.

In questa prospettiva, anche mobbing e burnout possono essere collegati, perché lo stress provocato dal mobbing può sfociare in una condizione di scoraggiamento che porta ad una perdita di motivazione, di energia e obiettivi.

Burnout: cosa fare?

Riconoscere la situazione di difficoltà è già il primo passo per poter affrontare il problema. Ecco alcuni piccoli consigli che possono fungere da strumenti di prevenzione prima e da rimedi per uscire burnout poi.

Sarà importante che la persona si abitui a creare dei confini tra la vita personale e lavorativa. Per fare questo si può iniziare ritagliandosi dei momenti di pausa dal lavoro da dedicare all’esercizio fisico, alla coltivazione di un hobby o cercando, eventualmente, anche di intensificare le occasioni di incontro sociale. Altre valide soluzioni per il burnout sono praticare le tecniche di rilassamento o la mindfulness per l’ansia.

Come curare il burnout con l’aiuto dello psicologo

Per sapere come fare a uscire dalla sindrome di burnout è possibile richiedere il supporto di uno psicologo, anche online come quelli che collaborano con Unobravo. Le cure per il burnout possono richiedere un percorso di psicoterapia, che consenta di: 

  • favorire maggiore consapevolezza del problema
  • valorizzare le proprie risorse personali
  • comprendere le relazioni tra il comportamento manifesto, il proprio vissuto e contesto di vita.

Per affrontare il burnout è inoltre possibile agire a livello aziendale. Lo psicologo in azienda può realizzare un’analisi approfondita di quali sono i fattori organizzativi che mettono i lavoratori a rischio di burnout e proporre interventi per migliorarli.

Senti che il burnout compromette la tua vita?

Psicologi specializzati in burnout

I nostri professionisti specializzati in burnout

Selene Zauri

Selene Zauri

Psicoterapeuta ad orientamento Analitico-archetipico
Profilo completo
Dettagli
Luca Rielli

Luca Rielli

Psicoterapeuta ad orientamento Analitico Transazionale
Profilo completo
Dettagli
Gabriella De Simone

Gabriella De Simone

Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale
Profilo completo
Dettagli
Angelica Dipalma

Angelica Dipalma

Psicologa ad orientamento Sistemico-Relazionale
Profilo completo
Dettagli
Impara a riconoscere, gestire e risolvere il burnout.