Benessere a 360 gradi

Umorismo: il potere di sorridere

Sui dizionari di lingua italiana, l’umorismo viene definito come “disposizione dell'animo portata a cogliere gli aspetti divertenti o grotteschi della realtà e a sorriderne con ironica comprensione”. Che cos’è l’umorismo? Una filosofia di vita? Un modo di affrontare e vedere le criticità del mondo?

L’umorismo può essere definito come l’atteggiamento comprensivo, rilassato e tollerante di chi accetta con divertimento le contraddizioni e storture della vita. Di conseguenza ci chiediamo: l’umorismo serve a vivere meglio? La risposta è sì!

“Ridere non è solo contagioso, ma è anche la migliore medicina” dal film Patch Adams, 1998

L’umorismo è un concetto dal valore antico: la Bibbia stessa recita “un cuore felice fa bene come una medicina” e trova spazio, oggi, in quella che viene definita Psicologia Positiva. Martin Seligman, padre di questo filone, inserisce l’umorismo nell’elenco dei fattori correlati al benessere e alla capacità di essere soddisfatti della propria vita.

Quando parliamo di umorismo, dice l’autore, parliamo soprattutto del modo in cui possiamo reagire ai problemi. Lo humour:

  • aumenta la resilienza;
  • aumenta la capacità di affrontare situazioni difficili e gli stress;
  • favorisce le relazioni sociali.
Andrea Piacquadio - Pexels

Esprimere le emozioni

Tutte le volte che viviamo una forte emozione ci troviamo di fronte ad un dilemma: la esprimo o la reprimo? Sappiamo che tenerci tutto dentro non ci fa bene, così come avere una reazione eccessiva può essere dannoso da un punto di vista relazionale, fisico ed emozionale. L’umorismo può offrire una terza modalità che può essere un’ottima valvola di sfogo non disfunzionale.

L’ umorismo:

  • favorisce lo sviluppo della creatività;
  • fa sviluppare il pensiero divergente;
  • riduce lo stress;
  • aiuta a risolvere in modo non traumatico situazioni conflittuali;
  • offre una visione alternativa delle cose;
  • modifica la visione rigida di un problema e aiuta a prenderne la giusta distanza;
  • porta a cambiare prospettiva aumentando il problem solving: perché se si può ridere di un problema, si può anche superarlo!

In che modo l’umorismo agisce sul nostro organismo e sul nostro benessere?

Da un punto di vista prettamente fisico, gli studi svolti fino ad ora evidenziano la sua implicazione nell’attivazione del sistema respiratorio, immunologico, cardiovascolare ed endocrino. Ma al di là delle reazioni fisiologiche, l’umorismo risulta essere un potente strumento cognitivo perché:

  • influenza la valutazione degli eventi stressanti;
  • permette di reagire con strategie efficaci moderando e riducendo tensione e ansia.
“L’umorismo è il più potente meccanismo di difesa. Permette un risparmio di energia psichica e con una battuta blocchiamo l’irrompere di emozioni spiacevoli.” Sigmund Freud
Helena Lopes - Pexels

Le risate 

L’umorismo genera risate, espressione di viva allegria e divertimento, che portano effetti straordinari sul benessere fisico e psicologico:

Effetti fisiologici

 L'umorismo produce numerosi effetti benefici sul nostro organismo:

  • rilassa i muscoli coinvolti nella risata;
  • migliora la respirazione;
  • stimola la circolazione del sangue;
  • aumenta le difese immunitarie;
  • aumenta la soglia del dolore;
  • favorisce il funzionamento mentale.

 

Effetti psicologici

Oltre ai benefici per il nostro corpo, dal punto di vista psicologico l'umorismo:

  • riduce stress, ansia e tensione;
  • contrasta i sintomi della depressione;
  • migliora l’umore e l’autostima;
  • migliora la memoria e sviluppa il pensiero creativo;
  • favorisce le relazioni interpersonali;
  • costruisce l’identità di gruppo, la solidarietà e la coesione;
  • favorisce il benessere psicologico;
  • migliora la qualità della vita;
  • rende contagiosa l’allegria.
Eren Li - Pexels

Attenzione all’umorismo cattivo

Esiste un tipo di umorismo non funzionale, il così detto umorismo malevolo, il cui fine è quello di ferire e umiliare l’altro: ne sono un esempio la derisione, la svalutazione, il sarcasmo o il bullismo. Naturalmente, questo tipo di umorismo è disfunzionale sia per chi lo elargisce che per chi lo riceve. La ricerca ha infatti dimostrato una stretta relazione tra uno stile umoristico aggressivo e svalutativo e la tendenza a sviluppare ansia e depressione.


Come allenare e sviluppare l’umorismo: esercizi per tutti

Considerando tutti i benefici che possono derivare dall’utilizzo dell’umorismo, cerchiamo di capire come poterlo sfruttare per migliorare il nostro benessere. Paul McGhee, ricercatore del settore, ha strutturato una serie di esercizi molto semplici che si sono rivelati allo stesso tempo molto efficaci, quali ad esempio:

  • circondarsi di cose divertenti;
  • trovare ragioni di divertimento anche nei momenti di stress;
  • ridere di più, anche e soprattutto di sé stessi;
  • prendere le cose alla leggera;
  • allenarsi a trovare il lato buffo in ciò che accade;
  • tenere un diario quotidiano in cui identificare almeno tre cose divertenti a cui pensare.

Ricordiamoci di ridere e quando siamo felici, facciamoci caso!


Potrebbero interessarti