Crescita personale

La sublimazione

La sublimazione
La sublimazionelogo-unobravo
Redazione
Unobravo
Pubblicato il
22.6.2022

Noi tutti siamo quotidianamente condizionati dalla società e dalla cultura in cui viviamo. Spesso tendiamo a reprimere alcune delle nostre idee, gusti, bisogni perché considerati socialmente inaccettabili. Secondo Freud esiste un modo in cui le nostre pulsioni possono trovare soddisfacimento senza scontrarsi con le regole della società, un meccanismo di difesa che in psicologia è noto come sublimazione

Attraverso la sublimazione, le persone sono in grado di trasformare le pulsioni inaccettabili per la coscienza in qualcosa che è meno dannoso e spesso anche utile. In questo approfondimento cercheremo di capire il significato psicologico di sublimare e in cosa consiste esattamente il processo di sublimazione in psicologia, riportando alcuni esempi. 

La sublimazione in psicologia: cos’è e il suo significato 

Che significa sublimazione? Il termine potrebbe essere associato alla parola "sublime", utilizzata in ambito filosofico, artistico e letterario. La sublimazione in psicologia è considerata come un meccanismo di difesa che consente agli individui di incanalare le pulsioni ( solitamente di contenuto sessuale o aggressivo) e guidarle verso comportamenti ritenuti accettabili nella nostra società.

Si tratta di un meccanismo di difesa innato in ognuno di noi, che ci permette di agire secondo ciò che la società ci impone. Invece di cercare di mettere a tacere le nostre pulsioni, la sublimazione le trasforma in qualcosa di superiore, socialmente accettato e che può avere un uso utile per il resto della società.

Il concetto di sublimazione è stato coniato da Sigmund Freud nel 1982, quando ne parla per la prima volta considerandola come una rinuncia pulsionale, esercitata soprattutto rispetto alle pulsioni parziali difficili da integrare da parte dell’Io.

Definizione di sublimazione in psicologia

Secondo la definizione data dalla Treccani: «La sublimazione indica, in psicoanalisi, la trasformazione di pulsioni sessuali o aggressive, poco accettabili socialmente, in attività intellettuali o comportamenti ai quali la società riconosce un pieno valore».

Ad esempio, un impulso esibizionistico può ottenere un nuovo sbocco nella coreografia; un impulso voyeuristico può portare alla ricerca scientifica; e una pulsione aggressiva può essere espressa sul campo di calcio per esprimere e gestire la rabbia. Oltre a consentire delle soddisfazioni “sostitutive”, questi sbocchi sono messi in atto per proteggere gli individui dall'ansia indotta dalla pulsione originale.

Come ha sottolineato anche Freud, alcuni di questi comportamenti “sublimi” sono individuabili nell’arte e nella ricerca intellettuale. La sublimazione secondo Freud non è altro che un meccanismo protettivo della psiche, la cui funzione principale è quella di alleviare la tensione interna vissuta dall'individuo.

La sublimazione per Freud 

Il significato di sublimazione in psicoanalisi varia a seconda dell'autore, sebbene tutti si basino sulla teoria della sublimazione di Sigmund Freud

Il concetto di sublimazione ha un ruolo centrale nella teoria psicoanalitica di Sigmund Freud. Secondo questa teoria, sono tre le componenti della personalità:  

  1. L'Es è il primo a formarsi e funge da fonte della libido o dell'energia che guida il comportamento. L'Es è primitivo e basilare, composto da tutte le pulsioni che sono spesso socialmente inaccettabili se semplicemente agiamo in base ad essi ogni volta che lo desideriamo. 
  2. L'Io emerge più tardi durante l'infanzia ed è la parte della personalità che regna nell'Es rendendolo conforme alle esigenze della realtà. Invece di agire semplicemente in base alle pulsioni, l'Io ci costringe ad affrontare la vita secondo il “principio di realtà”.
  3. Infine, il Super-Io è la componente della personalità che è composta da tutta la morale, le regole, gli standard e i valori che abbiamo interiorizzato dai nostri genitori e dalla nostra cultura. Questa parte della personalità si sforza di farci comportare in modo morale/normativo. 

L'Io deve mediare tra le pulsioni primordiali dell'Es, gli standard moralistici del Super-Io e le esigenze realistiche della realtà. Dunque, cosa intende Freud con il termine sublimazione? La sublimazione è un modo in cui l'Io riduce l'ansia che può essere creata dalla spinta pulsionale. La sublimazione funziona incanalando impulsi negativi e inaccettabili in comportamenti positivi e socialmente accettabili. 

sigmund freud contenuto sublimazione latente
Sigmund - Unsplash

In quale fase dello sviluppo psicosessuale avviene la sublimazione?

Freud considerava la sublimazione un segno di maturità, che consente di comportarsi in modi civili e accettabili. Questo processo può portare le persone a perseguire attività migliori per la loro salute o a impegnarsi in comportamenti positivi, produttivi e creativi. 

Il concetto di sublimazione in Freud nasce leggendo la storia di un uomo che da bambino torturava gli animali e in seguito è diventato chirurgo. Per Freud, l’energia che una volta alimentava il sadismo del bambino è stata sublimata in azioni positive e socialmente accettabili a beneficio degli altri.

L’arte come sublimazione per Freud 

Freud non ha mai dedicato alla sublimazione un libro, ma essa è presente in tutta la sua opera per riferirsi a pulsioni sessuali in soggetti che finiscono per trasformare e trovare un altro modo più appropriato di espressione, attraverso alcune attività socialmente approvate, come l'arte, la cultura e la scienza. 

Secondo Freud, infatti, la sublimazione è il risultato di una rinuncia: la società impone all’individuo di rinunciare a desideri e pulsioni, la cui carica energetica desessualizzata viene posta al servizio degli scopi della società attraverso il meccanismo della sublimazione; per cui ,la pulsione sessuale distolta dalla sua naturale destinazione viene impiegata nella scienza, nelle arti e in ogni altra prestazione utile alla società.

Per Freud la creatività è frutto della sublimazione di energie scaturite da una situazione frustrante, e del loro orientamento in una direzione produttiva. Questo avviene quando il principio di realtà, ovvero la consapevolezza che bisogna venire a patti con alcune situazioni, si sostituisce al principio del piacere, cioè il bisogno di appagare qualsiasi desiderio in modo immediato e incondizionato. In altre parole l’artista sublima la pulsione libidica istintuale attraverso il processo creativo, che produrrà l’opera d’arte.

La sublimazione come meccanismo di difesa

Un aspetto fondamentale della sublimazione in psicologia è il modo in cui vengono creati i meccanismi di difesa, quei comportamenti che le persone usano per allontanarsi da impulsi, azioni o pensieri spiacevoli. I meccanismi di difesa dell’Io sono una parte normale e naturale dello sviluppo psicologico dell'individuo.

Secondo la teoria psicoanalitica di Freud, i meccanismi di difesa aiutano l’Io a difendersi dalle pulsioni primitive, aggressive o sessuali dell'Es.  La sublimazione è dunque un processo di auto difesa inconscio che si compie spontaneamente. 

Il concetto di sublimazione è da non confondere con il transfert, quel processo inconsapevole per cui tra psicoanalista e paziente vengono a crearsi situazioni simili a quelle che il paziente ha vissuto nella propria infanzia. Ciò accade perché vengono proiettati sull’analista gli stessi sentimenti che il paziente da bambino provava verso le sue figure di riferimento. Nella sublimazione invece si trasformano le pulsioni in attività positive e produttive.

Esempi di sublimazione come meccanismo di difesa 

Esistono molti tipi diversi di meccanismi di difesa e alcuni sono più comuni di altri. Poiché una persona non ha il controllo cosciente su di loro, non è possibile decidere quando e come utilizzare un meccanismo di difesa. 

Sigmund Freud e successivamente sua figlia Anna Freud (nota psicanalista) formularono una lunga lista di meccanismi di difesa. Uno degli esempi più comuni di sublimazione riguarda la sessualità: quando una persona è attratta sessualmente da un’altra già impegnata, può incanalare la gelosia e quella frustrazione sessuale in altre attività come la corsa, il lavoro, il giardinaggio, la scrittura o un altro sfogo produttivo.

I meccanismi di difesa, compresa la sublimazione, per Anna Freud non costituiscono solo un processo patologico, ma anche adattivo e sono fondamentali per la formazione della personalità

Esempi quotidiani di sublimazione

La sublimazione può essere utilizzata come meccanismo di difesa nella vita quotidiana senza nemmeno accorgersene. Come abbiamo visto, gli esempi di sublimazione in psicologia più comuni sono l'arte e la cultura. Tuttavia, esistono altri esempi di sublimazione che le persone applicano ogni giorno. Vediamoli insieme. 

sublimazione difesa sport
Matthieu Pétiard - Unsplash

1. Sport 

Lo sport è un meccanismo di sublimazione ampiamente utilizzato, soprattutto dalle persone che hanno bisogno di scaricare pulsioni aggressive. Può aiutare ad esempio praticare la boxe, karate o kick boxing o altre attività sportive dove colpire l’avversario è l'obiettivo principale. A parte questi casi specifici legati all’aggressività, la motivazione a praticare attività sportive può essere anche ricondotta alla produzione di endorfine, che migliora il nostro umore. 

2. Attività creative

La creatività è una delle alternative prevalenti a pulsioni e impulsi inappropriati, soprattutto quelli che riguardano la sfera sessuale. Invece di avvicinarti sessualmente a una persona in particolare, potresti dipingere, disegnare, scolpire, scrivere o praticare una qualsiasi forma di artigianato. Attraverso la poesia, la narrazione o altre attività artistiche, le pulsioni vengono incanalate in espressioni socialmente apprezzate.

Conclusioni: in che modo la sublimazione può influenzare la tua vita

Tutti noi sperimentiamo pulsioni indesiderate di tanto in tanto, sebbene non è detto che queste arrivino alla nostra consapevolezza. Come suggerisce Freud, la sublimazione è generalmente considerata un modo sano e maturo di affrontare le spinte pulsionali che possono essere indesiderabili o inaccettabili.

Piuttosto che agire in modi che potrebbero causare danni a noi o agli altri, la sublimazione ci consente di incanalare quell'energia in cose che sono utili. Questo meccanismo di difesa può effettivamente avere un effetto positivo sul nostro benessere e sulla nostra autostima.

Anche se utilizziamo i meccanismi di difesa per proteggerci, non sempre siamo in grado di riconoscere ciò che sta alla base di queste azioni. Un percorso psicoterapeutico potrebbe aiutarti a riconoscere meglio i motivi per cui ricorri alla sublimazione. Può aiutarti a scoprire emozioni e desideri inconsci, oltre che essere un valido aiuto in tutti quei casi in cui vengono utilizzati meccanismi di difesa meno maturi rispetto alla sublimazione.

Con uno psicoterapeuta online di Unobravo puoi iniziare la terapia già oggi! 

Potrebbero interessarti

Bassa autostima: cause, conseguenze e rimedi

Bassa autostima: cause, conseguenze e rimedi

Aracnofobia: la paura dei ragni

Aracnofobia: la paura dei ragni

Depressione bipolare: cos’è, sintomi e cura

Depressione bipolare: cos’è, sintomi e cura

scopri tutti gli articoli