Relazioni
Relazioni

La relazione poligama

La relazione poligama
La relazione poligamalogo-unobravo
Mariangela Rendini
Redazione
Psicoterapeuta ad orientamento Sistemico-Relazionale
Unobravo
Pubblicato il
28.12.2022

La poligamia è caratteristica di tantissime specie. Gli animali monogami e poligami sono infatti una percentuale molto diversa tra loro, con una maggioranza di quelli poligami. Che vuol dire, innanzitutto, poligamia

Per avere un quadro chiaro di cos'è la poligamia possiamo rivolgerci al dizionario che ne dà il significato. La parola poligamia deriva dal greco poli "molto" e gamos "nozze": il termine significa, letteralmente, "nozze plurime". 

Nell'uso comune, la parola poligamia è sinonimo di poliginia, una condizione matrimoniale, legalmente riconosciuta (per esempio dal diritto musulmano e indù), che vede il matrimonio di un uomo con più di una moglie

Sulla poligamia possiamo trovare le prime tracce nei testi antichi e nelle società del passato, mentre il termine poliamore è un neologismo di recente utilizzo che fa riferimento a una relazione amorosa basata sulla consensualità e sul rispetto di principi che consente ai soggetti coinvolti di avere più partner contemporaneamente.

Le relazioni poligame sono diffuse anche in Italia, anche se la nostra legislazione considera un reato i matrimoni poligami. Tuttavia, anche senza registrazione civile, l’amore poligamo viene celebrato tutt’oggi.

Le relazioni monogame, per quanto prevalenti nel mondo occidentale, sono legge solo in 180 società, e molte meno sono quelle in cui si pratica la poliandria, cioè il diritto per una donna di avere più mariti. La poliandria è, insomma, decisamente minoritaria nelle società umane. 

Cosa significa essere poligamo?

La poligamia è una relazione la cui consensualità tra i partner permette di avere contemporaneamente più rapporti di tipo affettivo, intimo, erotico e sessuale con più di una persona. 

In questo tipo di relazione non monogama, non vi sono differenze rispetto al genere e all’orientamento sessuali, ma è importante la libertà di condividere volontariamente e consensualmente questa esperienza relazionale. 

La poligamia si trova di frequente nelle culture dell'Africa occidentale e centrale. Il più alto numero di relazioni poligame si riscontra in Burkina Faso (36%) con una diffusione tra le persone che praticano le religioni popolari (45%), i musulmani (40%) e i cristiani (24%). 

Le ragioni sottostanti a questa condotta relazionale non hanno solo motivi religiosi. 

Nella maggior parte dei casi, il non vivere una relazione monogama è una scelta di vita per tutti i soggetti coinvolti.

differenza tra monogamo e poligamo
Pixabay - Pexels

Qual è la differenza tra monogamia, bigamia e poligamia?

La monogamia consiste nell’unione di due soggetti a carattere esclusivo, a prescindere dall’unione matrimoniale. La bigamia è invece, per definizione, la condizione di chi, essendo legalmente coniugato, contrae un ulteriore matrimonio, o di chi, non coniugato, contrae matrimonio con persona già coniugata.

La poligamia, invece, consiste nell’unione di un individuo con due o più persone dell'altro sesso. Esistono tre tipi di poligamia: 

  • la poliginia: si riferisce a un marito che sposato con più mogli
  • la poliandria: si riferisce a una moglie sposata con più mariti 
  • la poliginandria: fa riferimento ad uno scenario di matrimonio di gruppo in cui due o più mogli sono sposate contemporaneamente a due o più mariti.

L’uomo è monogamo o poligamo?

L’essere umano è monogamo o poligamo? In termini biologici, l’uomo nasce poligamo o monogamo? In termini strettamente biologici, l’essere umano è poligamo (l’obiettivo è quello di diffondere il più possibile il proprio DNA e garantire la continuità della specie). 

Monogamia, poligamia e poliandria, nei secoli, sono diventati poi fatti culturali, acquisendo nuovi significati in relazione alla cultura di riferimento.

La monogamia è un fatto culturale atto a garantire la paternità alla prole. Questo ha fatto sì che la società occidentale odierna abbia una specifica idea di relazione intima e di famiglia, che privilegia la relazione di coppia in cui il legame è solo tra due persone.

La storia è sempre stata testimone di gruppi in cui l’esperienza “poli” viene contemplata e vissuta in armonia e grande rispetto tra le persone. La recente introduzione del concetto di poliamore ha aperto le porte a quello più complesso di polifamiglia e polifedeltà

L’amore monogamo esiste davvero?

L’approccio al concetto di monogamia nelle relazioni è stato determinato significativamente dai cambiamenti sociali. Ma si può dire che la monogamia è superata? Nel suo libro Does Monogamy Work?: A Primer for the 21st Century, il ricercatore Luke Brunning, a proposito della monogamia, sostiene che:

“Questa idea di amore come qualcosa che offre un valore importante o centrale alla vita che è migliore – o più intenso – di altri tipi di valori è relativamente moderno. E penso che sia problematico perché non credo che sia reale, ad essere onesti.”

Secondo lo studioso, la coppia monogamica, non può che essere oggi problematica e utopica: condensare in un unico spazio famiglia, amore, attrazione e sesso, si rivela (sulla base di queste condizioni) oltre che fallimentare persino dannosa.

Lo standard da sostenere è talmente elevato (essere bravi genitori o bravi amanti) da diventare insostenibile.

Monogamia e poligamia: quando è cambiato tutto?

Quando l'essere umano è diventato monogamo? Sebbene la poligamia oggi venga praticata in varie culture, gli esseri umani tendono ancora alla monogamia. Non è stata però questa la norma tra i nostri antenati. 

Gli antropologi affermano, infatti, che la moderna cultura monogama esiste da soli 1.000 anni. Tra le ipotesi maggiormente plausibili che hanno portato a questa evoluzione sociale, si fa strada l’alta incidenza che hanno avuto il drastico aumento delle malattie sessualmente trasmissibili a seguito di relazioni poligame. 

Infezioni che portavano alla compromissione della fertilità (pensiamo a sifilide, clamidia e gonorrea). I trattamenti per queste condizioni, in passato, non erano disponibili e la monogamia dava così un vantaggio per portare avanti la specie. 

Le relazioni sessuali nella poligamia

Nella relazione poligama, il sesso non è promiscuo e non vi è quindi una “totale libertà”. Si tratta di una relazione che è espressione di sentimenti, ricerca dell’intimità e dell’affettività con più persone

La condivisione dell’esperienza di relazione non monogama si basa su regole relazionali ben definite che sanciscono il rispetto per l’altro. Questo orientamento relazionale vede quindi la convivenza armonica di

  • affettività
  • amore 
  • sesso.
poligamia in psicologia
Shamia Casiano - Pexels

Monogamia vs poligamia: le differenze psicologiche tra monogamo e poligamo

Nelle dinamiche delle relazioni non monogame non vi è una esclusività, né dal punto di vista sessuale né da quello sentimentale. Questa grande flessibilità relazionale è possibile solo se tutti i partner condividono le proprie emozioni, i propri sentimenti e stati d’animo e riescono a ritagliarsi il proprio spazio. 

All’interno di questo sistema relazionale, ogni nuovo partner viene accolto come una risorsa nella relazione condivisa più che come un rivale da temere o da ostacolare.

Si assiste ad un approccio relazionale fondato sull’inclusività e ciò è possibile solo lavorando su se stessi, riducendo gli effetti della gelosia, e sul concetto di esclusività. La monogamia si basa invece sull’unione di due persone legate da dimensioni di affetto e sessualità esclusive. 

Nel momento in cui qualcuno dei presupposti su cui si fondano le relazioni monogame o poligame viene a mancare, sia da un punto di vista psicologico che fisico, il rapporto si incrina drasticamente, e possono nascere crisi di coppia più o meno difficili da superare.  

Relazioni poligame e problematiche psicologiche

L’esclusività è il caposaldo sul quale si fonda la monogamia e l’inclusività quello delle relazioni poligame. La complessità della poligamia si esprime maggiormente all’interno del sistema familiare, che si rivela nettamente più articolato rispetto ad un sistema familiare monogamo e coinvolge la relazione con i vari partner e i relativi figli.  

La poligamia, secondo una recente ricerca, è un fattore di rischio per gli esiti negativi riscontrati sulla salute dei bambini che sono esposti maggiormente ad un clima conflittuale e di trascuratezza:

“[...] le donne nei matrimoni poligami avevano una probabilità maggiore di sperimentare la depressione rispetto ai matrimoni monogami. I bambini con genitori poligami avevano un Global Severity Index (indice generale dell’intensità del disturbo n.d.r.) significativamente più alto rispetto a quelli con genitori monogami.”

Ma allora, meglio monogami o poligami?

psicologia online poligamia
Pavel Danilyuk - Pexels

Come la psicologia può essere di supporto nelle relazioni poligame?

Intraprendere una relazione poligama o monogama è una scelta di vita che deve essere fatta nel pieno rispetto della libertà propria e altrui. Indipendentemente dal motivo per cui siamo monogami o poligami, la psicologia può aiutarci a individuare nelle nostre scelte, le esigenze che sentiamo.

Indagando le ragioni di una scelta relazionale come quella di intraprendere una relazione poligama e le relative aspettative, è possibile definire con il soggetto coinvolto le necessità e quindi i bisogni che questa scelta tra poligamia e monogamia riesce ad appagare. 

In alcuni casi il soggetto coinvolto, per esempio, vive una relazione con due partner che non interagiscono tra di loro, altre invece condividono l’esperienza relazionale contemporaneamente. Anche nelle relazioni poligame possono verificarsi tradimenti e sentimenti di gelosia. 

Il tradimento si configura spesso come espressione di trasgressione, comportando disagio e sofferenza all’interno della relazione, infrangendo le regole di base dell’apertura, della fiducia e del rispetto che presentano analogie rispetto ad una relazione monogamica. 

Tutto ruota su due perni fondamentali, fiducia e sincerità: accettare che altri possano soddisfare i bisogni del proprio partner e che il tutto avvenga in modo trasparente.

Accogliendo i limiti e lavorando sulle difficoltà che un sistema di relazione complesso genera, si può lavorare per una definizione di uno spazio chiaro personale all’interno del gruppo. 

Un terapeuta esperto come uno psicologo online Unobravo potrà supportare le persone coinvolte nella relazione poligama ad acquisire più consapevolezza dei limiti individuali e relazionali, al pari di una relazione monogama, per poter vivere una serena esperienza di relazione. 

Monogamia e poligamia: qualche approfondimento

Per approfondire i temi della monogamia e della poligamia, ecco qualche interessante libro:

Potrebbero interessarti

Amore non corrisposto: come superarlo con l'aiuto della psicologia
Relazioni

Amore non corrisposto: come superarlo con l'aiuto della psicologia

Shakira e la sua canzone per la fine di un amore: una lettura psicologica
Relazioni

Shakira e la sua canzone per la fine di un amore: una lettura psicologica

Il bullismo a scuola: l’empatia come risorsa di prevenzione
Relazioni

Il bullismo a scuola: l’empatia come risorsa di prevenzione

scopri tutti gli articoli
Blue Monday, il giorno più triste dell’anno

Blue Monday, il giorno più triste dell’anno

Il comportamentismo di John Watson

Il comportamentismo di John Watson

Lo spirito natalizio e il benessere psicologico

Lo spirito natalizio e il benessere psicologico

scopri tutti gli articoli