Ansia e disturbo d'ansia

L'ansia: cos'è, sintomi, cause, tipi di ansia e come curarla

L’ansia è quell'emozione che porta con sé sensazioni di tensione e allarme che tutti possiamo provare nella quotidianità. Ma perché viene l’ansia? Fisiologicamente, essa ha lo scopo di prepararci ad affrontare un pericolo percepito. 

A volte, però, l’ansia può diventare difficile da gestire e causare un profondo malessere. Come capire se si soffre di ansia? Quanti tipi di disturbi di ansia esistono? E cosa fare per gestire gli stati d’ansia? Tutto nel nostro approfondimento.

Che cos’è l’ansia

L’ansia (o disturbo d’ansia) è un’emozione caratterizzata da un senso di agitazione, preoccupazione e minaccia, accompagnata il più delle volte da una reazione somatica che mette in allarme il corpo. L’ansia ha un ruolo adattivo: ci aiuta ad individuare minacce future e affrontarle in maniera funzionale.  

Quando gli stati d’ansia diventano persistenti e intensi, però, rischiano di diventare disfunzionali e provocare delle crisi d’ansia difficili da gestire. Come riconoscere l’ansia? L’ansia ha sintomi fisici e mentali che si riscontrano osservando i segnali fisiologici, cognitivi e comportamentali. La psicoterapia ci può aiutare a gestire l’ansia e a curare i disturbi d’ansia ad essa correlati.

I sintomi dell’ansia

Vediamo ora come si manifesta l’ansia. Tra i sintomi fisici dell’ansia troviamo: respiro affannoso, aumento della pressione arteriosa, problemi intestinali, senso di vertigini, tremori muscolari e nausea. Questi sintomi dell’ansia possono provocare quelli che qualcuno definisce “dolori da ansia”.

Oltre ai disturbi fisici, tra tutte le manifestazioni dell’ansia ci sono poi i sintomi psicologici come: preoccupazione, paura e panico, senso di angoscia e pericolo, inquietudine, agitazione, difficoltà nel concentrarsi, paura di perdere il controllo, evitamento e rimuginìo. Questi sintomi psichici dell’ansia possono compromettere la vita di chi ne soffre, tanto da portare a stress eccessivo, stati fobici e stati depressivi come la depressione reattiva.

Le cause dell’ansia

I disturbi dell’ansia hanno diverse cause. Si può soffrire di ansia per via di fattori genetici (una predisposizione allo stato ansioso), ma i problemi di ansia possono essere anche relativi agli aspetti sociali, caratteriali e all’esperienza di vita. L’intensità dei sintomi dell’ansia è soggettiva, così come sarà personalizzata una terapia specifica per l’ansia.

Vediamo alcuni dei principali aspetti che possono causare i disturbi da ansia:

  • Aspetti sociali: esperienze come la pandemia, la crisi climatica o i conflitti bellici possono provocare stress e ansia
  • Aspetti caratteriali: una persona con bassa autostima o mania del controllo tenderà maggiormente a soffrire d’ansia e a non riuscire a mantenere un’autoregolazione emotiva
  • Aspetti esperienziali: ogni esperienza di vita può lasciare una traccia e, se traumatica (come un lutto, una gravidanza problematica, un incidente) potrà provocare ansia forte e vere e proprie crisi d’ansia.

Tipi di ansia

I più comuni tipi di disturbo d’ansia sono:

  • il disturbo d’ansia sociale: è caratterizzato da ansia forte relativa a una o più situazioni sociali in cui l’individuo è esposto al possibile giudizio degli altri e teme di mostrarsi imbarazzato, apparire ridicolo e incapace
  • il disturbo di panico: si caratterizza per la presenza di attacchi di panico. Un attacco di panico, più intenso degli attacchi d’ansia, si manifesta senza che ci sia un pericolo reale ed è sintomo di uno stato d’ansia molto forte. Il disturbo di panico può essere associato anche ai disturbi di personalità come il disturbo borderline
  • la fobia specifica: è l’ansia estrema per qualcosa che non rappresenta una reale minaccia, ma che la persona vive come tale. Le persone che presentano fobie sono consapevoli dell’irrazionalità della propria paura, ma non riescono a controllarla
  • il disturbo d’ansia generalizzata: si caratterizza per stati di ansia costanti, che causano preoccupazioni sproporzionate in diversi ambiti di vita. Questo disturbo d’ansia non è determinato da una situazione o uno stimolo specifico, ma è esteso a vari aspetti della propria vita.

Come curare l’ansia

Per gestire e curare l’ansia ci sono diversi rimedi. C’è chi cura l’ansia con trattamenti omeopatici o farmacologici (sempre sotto stretto controllo medico), e chi adotta varie tecniche di rilassamento come gli esercizi di mindfulness per l’ansia. Se però gli effetti dell’ansia provocano disagi molto forti, è bene rivolgersi a un terapeuta esperto.

La cura psicologica dell’ansia può essere svolta utilizzando specifiche tecniche di psicoterapia (in presenza o anche con uno psicologo online) che possono aiutare a comprendere cos’è l’ansia e come si manifesta nel soggetto, le cause psicologiche e le conseguenze. Approcci come la terapia cognitivo comportamentale, anche nella sua declinazione di terapia metacognitiva, possono aiutare ad agire e modificare i comportamenti che causano ansia lavorando sul locus of control interno.

L’ansia condiziona la tua vita? Unobravo può aiutarti.

I nostri articoli sull’ansia

Leggi i nostri approfondimenti sui temi legati all’ansia

No items found.
Curare l’ansia è possibile.

Psicologi specializzati in ansia

I nostri terapeuti specializzati nel trattamento dell’ansia e dei disturbi d’ansia

Maria Cristina Tamburrino

Maria Cristina Tamburrino

Psicoterapeuta ad orientamento Cognitivo-Comportamentale
Profilo completo
Dettagli
Federica Erba

Federica Erba

Psicologo ad orientamento Cognitivo-Comportamentale
Profilo completo
Dettagli
Giulia Savoca

Giulia Savoca

Psicologo ad orientamento Analitico Transazionale
Profilo completo
Dettagli
Elena Trevisan

Elena Trevisan

Psicologo ad orientamento Sistemico-Relazionale
Profilo completo
Dettagli
Impara a gestire le tue ansie con la terapia.